Categorie
Salute & Benessere

Come combattere la cervicale

Sicuramente uno dei problemi più diffusi che affligge la maggior parte della popolazione è la cervicale. Il dolore cervicale colpisce la zona più alta della colonna vertebrale ed è davvero doloroso se non curato in tempo. Si tratta di un disturbo che si manifesta generalmente con il torcicollo o con una sensazione di pesantezza in corrispondenza del collo. Purtroppo non tutti sanno che i dolori dovuti alla cervicale possono manifestarsi, non solo in corrispondenza del collo, ma anche in altre parti come ad esempio nella zona della spalla. Inoltre, in alcuni casi può manifestarsi con sintomi ben più dolorosi.

In genere il dolore cervicale colpisce chi fa lavori sedentari, chi assume posture scorrette e, nei casi più gravi, colpisce chi ha subito eventi traumatici. In questo articolo andremo ad analizzare le cause ed i sintomi più comuni della cervicale, per poi consigliarvi dei rimedi naturali per combatterne i dolori. 

Sintomi e cause della cervicale

Il dolore cervicale si manifesta con i seguenti sintomi:

  • Torcicollo: questo è il primo sintomo che si manifesta con la sindrome della cervicale. Fortunatamente è un dolore di breve durata e la persona che ne soffre è impossibilitata a ruotare il collo o a fletterlo in altre direzioni. Questo sintomo appare soprattutto quando assumiamo delle posizioni scorrette o a causa di un colpo di freddo. A questi disturbi possono associarsene altri come ronzii alle orecchie ed anche vertigini;
  • Cervicalgia: si tratta di un dolore che si manifesta dietro l’orecchio ovvero nella parte laterale del collo. In genere la cervicalgia può essere dovuta ad un colpo di freddo ma in casi più gravi la causa può essere riconducibile all’artrosi o anche ad una riduzione della rima articolare. Si tratta di un dolore che parte dal collo e può irradiarsi in tutti gli arti, anche quelli inferiori;
  • Colpo di frusta: questo sintomo in genere si manifesta in seguito ad un tamponamento d’auto e colpisce il tratto inferiore della cervicale. Altre cause possono essere associate ad una brusca caduta o ad un tuffo nell’acqua. A differenza del torcicollo, il dolore del colpo di fusta non compare subito ma dopo un certo tempo, ad esempio un giorno o più;
  • Cervicobrachialgia: è un dolore che parte della spalla, colpisce il gomito fino ad arrivare alle dita della mano. In genere, la cervicobrachialgia si manifesta con formicolii, bruciore e ipersensibilità a carico di uno o più arti superiori. La causa più comune è la compressione del rachide cervicale che è situato tra la colonna vertebrale e la nuca.

Cosa fare per rimediare ai dolori cervicali

Per rimediare ai disturbi cervicali sono diverse le cose da fare. Ovviamente, in primis, bisogna consultare il medico di famiglia o medici specializzati per assicurarsi che il vostro dolore sia effettivamente causato dai problemi cervicali. Il primo errore, infatti, è quello di non rivolgersi ad un medico ma piuttosto pensare di risolvere il problema da soli. Gli specialisti in questi casi sono gli unici che possono aiutarvi a capire il problema e, se si tratta di una fase acuta della cervicale, sapranno consigliarvi delle cure specifiche.

Una volta capito il vostro problema, per prevenire il dolore cervicale è buona norma fare esercizio fisico ed effettuare degli esercizi di postura durante la giornata.

Per alleviare il dolore eseguite questo esercizio di stretching:

  1. Poggiare le basi dei pollici sulla mandibola;
  2. Premere contemporaneamente sui due lati;
  3. Flettere la testa a 40 gradi circa;
  4. Rimanere in questa posizione per circa 10 secondi.

Ripetere questo esercizio per tre volte. Oltre all’esercizio di stretching per alleviare il dolore cervicale è opportuno utilizzare oli essenziali sulla parte dolorante o applicare un impacco con sale grosso caldo sul collo.