Categorie
Estetica & Bellezza

Pelle acneica: ecco come curarla

Combattere la pelle acneica è una battaglia che riguarda non soltanto le adolescenti, ma anche molte donne adulte. Ma cos’è l’acne? La pelle produce sebo per creare una pellicola di grasso che la protegga dalle numerose aggressioni esterne. Quando la secrezione è troppo abbondante, l’eccesso di sebo ostruisce i follicoli pilosebacei (i pori) provocando uno sviluppo batterico responsabile della comparsa di comedoni (i punti neri) e di microcisti bianche (i brufoli).

Per combattere l’acne, conviene adottare una serie di accorgimenti e di buone abitudini quotidiane. Bere almeno 2 litri di acqua al giorno è fondamentale per mantenere la pelle pulita dall’interno!

Ricordati di scegliere, del make-up non aggressivo, e comunque di non eccedere nel suo utilizzo. Struccarti sempre la sera prima di andare a dormire per lasciar respirare la pelle. Evita di toccarti il viso e, soprattutto, di scoppiare i brufoli.

Se sei interessato a capire come curare la pelle acneica continua a leggere il nostro articolo perché tra poco ti spiegheremo quali rimedi naturali puoi utilizzare per combattere l’acne.

Pelle acneica rimedi naturali

Dalla natura possono arrivare diversi rimedi utili per curare l’acne, o comunque da affiancare a un trattamento farmacologico per combatterla al meglio.

Tra le piante dall’effetto depurativo e antinfiammatorio più efficaci, da consumare sotto forma di tisana, troviamo:

  • la bardana;
  • il tarassaco;
  • la viola del pensiero.

Per regolarizzare gli sbalzi ormonali, invece, sono indicati

  • il timo;
  • la calendula;
  • il finocchio.

Se invece l’acne è la conseguenza di stress, prova ad assumere erbe ad affetto calmante, come

  • la camomilla;
  • la valeriana;
  • la melissa.
Categorie
Estetica & Bellezza

Pelle mista: cos’è, cure e rimedi efficaci

La pelle che ricopre il nostro corpo è l’organo maggiormente esposto agli agenti esterni ed ai segni del tempo. La composizione della cute è piuttosto complessa ed articolata. La pelle del corpo infatti si compone di diversi strati:

  • ipoderma
  • derma
  • epidermide

Squilibri nelle componenti presenti nei diversi strati possono comportare delle problematiche o, nei casi più gravi, patologie della pelle da non sottovalutare. Un caso particolare è ad esempio la pelle mista, una condizione della cute non uniforme che può comportare non pochi disagi ai soggetti che ne soffrono.

Pelle mista: cos’è e come riconoscerla

La pelle per essere definita “mista” deve presentare una composizione non uniforme di sostanze e nutrienti negli strati che la compongono. La principale peculiarità di una pelle mista è quella di presentare contemporaneamente caratteristiche sia della pelle secca che della pelle grassa.

Riconoscere una pelle non uniforme e mista è piuttosto facile: alcune zone del corpo, in particolare il viso, presenteranno delle impurità acneiche o grasse, altre, invece, si presenteranno secche o molto aride.

Alla vista dunque alcune zone si presenteranno lucide o oleose (zone grasse) altre screpolate o squamate (zone secche).

Pelle mista: cosa fare e rimedi naturali

Per capire cosa bisogna fare quando si ha una pelle mista bisognerebbe innanzi tutto indagare le cause della pelle mista.

Le ragioni di un tipo di composizione così particolare possono essere dovute:

  • da una predisposizione genetica;
  • da un’alimentazione non corretta e squilibrata (in alcuni casi anche da una non adeguata idratazione del corpo);
  • dall’utilizzo di cosmetici aggressivi;
  • da una detersione eccessiva.

È facilmente intuibile perciò che conosciute le cause è possibile mettere in atto delle azioni di rimedio, per limitare problematiche e disagi caratteristici di una pelle mista.

È naturale che una diagnosi specialistica si rende necessaria per far si che sia un dermatologo a stabilire la condizione di pelle mista e suggerire degli adeguati rimedi. Va detto che non è possibile determinare a priori una cura per la pelle mista ma sicuramente una maggiore conoscenza del problema e l’educazione del paziente su prodotti cosmetici da utilizzare e buone abitudini sulla detersione e l’igiene quotidiana.

Evitare senza essersi sottoposti ad una visita dermatologica rimedi naturali per la pelle mista è fondamentale perché si potrebbe ulteriormente aggravare la problematica.

Categorie
Estetica & Bellezza

Detergere il viso la sera: come farlo nel modo corretto

Una corretta igiene della persona è fondamentale se si vuol essere in salute. Questo è oltremodo importante quando parliamo della nostra pelle. La pelle, o cute, è infatti l’organo del corpo maggiormente esposto ad agenti esterni irritanti che possono accelerare l’emergere dei segni del tempo o peggio ancora, nei casi più gravi, l’insorgere di malattie della pelle.

Per questa ragione diventa fondamentale praticare una corretta detersione del viso, in maniera particolare la sera, prima di andare a letto.

Perché detergere il viso la sera

Cominciamo col dire che la detersione del viso è importante non soltanto la sera, ma anche al mattino. Naturalmente, il momento cruciale per ottenere i massimi benefici da una corretta pulizia della pelle del viso è alla fine della giornata. Infatti, nel corso del giorno siamo costantemente esposti ad agenti irritanti, alla sporcizia ed anche all’azione dei componenti presenti nei trucchi e nei cosmetici che utilizziamo per il make-up giornaliero. Ad ogni modo, la detersione del viso andrebbe fatta due volte al giorno (mattina e sera).

La detersione serve a ripulire l’epidermide da smog, polvere e sebo in eccesso e soprattutto ad ossigenare il tessuto epidermiale. Va perciò fatta con prodotti adatti e seguendo uno specifico rituale.

Prodotti per la detersione del viso la sera

I prodotti da utilizzare per la pulizia del viso devono contenere alcuni nutrienti vegetali per poter agire in maniera benefica sul tessuto, mantenendo la pelle tonica ed elastica.

Va detto che non tutti i prodotti cosmetici sono uguali e che per una corretta igiene personale, ma non solo, è necessario utilizzare dei prodotti adatti al proprio tipo di pelle. Quello che non tutti sanno è che la pelle può avere una diversa composizione in ogni soggetto. Persone con una pelle grassa, cioè con ghiandole sebacee che producono sebo in abbondanza, oltre il necessario, hanno la necessità di utilizzare prodotti adatti, sebo-normalizzanti e non ulteriormente irritanti. Allo stesso modo, anche chi ha una pelle eccessivamente secca dovrebbe utilizzare per la detersione quotidiana prodotti che idratino adeguatamente la pelle.

Detergere il viso di sera in 5 mosse

Detergere la pelle del viso di sera non richiede molto tempo. Non temete dunque, basteranno davvero pochi minuti per ottenere innumerevoli benefici sulla vostra cute.

Ecco come detergere correttamente il viso in cinque semplici passaggi:

  1. Sciacquare il viso con acqua corrente fresca (senza aggiungere detergenti);
  2. Utilizzate uno scrub esfoliante per eliminare le impurità del viso;
  3. Mettere la giusta quantità (non esagerate) di detergente sulle mani poi portarlo sul viso, strofinando delicatamente con le dita, in maniera dolce;
  4. Risciacquate il detergente con acqua fresca corrente ed utilizzate un telo di puro lino per tamponare ed asciugare;
  5. Utilizzate una crema idratante per idratare la pelle prima di coricarvi.
Categorie
Salute & Benessere

Combattere il mal di schiena: le cose da non fare

Il mal di schiena è uno dei fastidi più comuni tra le persone. Esso colpisce uomini e donne di qualsiasi età e, nei casi più gravi, può risultare estremamente fastidioso e debilitante per chi ne soffre.

Nonostante possa interessare qualsiasi tratto del dorso, il mal di schiena tormenta soprattutto la cosiddetta zona lombare (lombalgia) in quanto è questa la zona in cui si concentra gran parte del peso del corpo e dei carichi al momento del loro sollevamento.

Nella maggior parte dei casi, il mal di schiena, è dovuto a problemi di natura muscolare. Tra i fattori che favoriscono il mal di schiena figurano abitudini di vita scorrette, ansia e stress. Questo, inoltre, può manifestarsi in varie forme: come un dolore sordo o lancinante.

Come evitare il mal di schiena

Per evitare il mal di schiena è necessario assumere e mantenere posture corrette sia quando si è svegli che durante le ore di sonno.

Il mal di schiena non si presenta mai all’improvviso, anzi, il nostro corpo ci lancia dei segnali che però non sempre cogliamo. Quando rimaniamo per molto tempo in piedi, per esempio, la schiena comincia a dolere. In questo caso, sarebbe opportuno accoccolarsi sulle gambe facendo così allungare e distendere la colonna lombare.

Per le donne, invece, i dolori alla schiena potrebbero essere causati dell’utilizzo di scarpe con tacchi superiori ai 5 centimetri di altezza.

Per evitare problemi alla schiena sarebbe utile ricordarsi, quando si solleva un oggetto pesante, di flettere le ginocchia ed alzarsi facendo leva sui muscoli delle gambe, altrimenti si rischia di incorrere nel cosiddetto “colpo della strega”. Altra buona regola da seguire quando si deve sorreggere o sollevare un peso è quella di avere le braccia vicine al corpo per non far tendere troppo i muscoli degli arti superiori che trasmetterebbero questa tensione ai muscoli e ai legamenti della colonna vertebrale.

Categorie
Estetica & Bellezza

Rimedi contro la pelle secca al viso

La pelle è l’organo più esteso e più esterno del corpo umano. Essa ha come compito fondamentale quello di proteggerci dall’ambiente esterno e, in più, è responsabile del nostro aspetto. 

La nostra pelle, però, a causa di fattori endogeni (come gli squilibri ormonali) ed esogeni (come una scorretta esposizione al sole, vento o eccessivo freddo) può diventare secca, ruvida o addirittura screpolata.

La zona più importante, e anche più sensibile, del nostro corpo è sicuramente la pelle del viso poiché, essendo il rivestimento più esterno, costituisce la prima barrire di protezione contro gli agenti esterni. Per preservarla e mantenerla sempre sana c’è bisogno di prendersene cura quotidianamente ma quando diventa secca, può risultare ruvida, tesa, arrossata e pruriginosa.

Le cause della secchezza cutanea del viso sono molte ma tutte contribuiscono al processo di disidratazione della pelle. Esistono diversi rimedi da adottare per combattere la pelle secca al viso, vediamo quali sono.

Rimedi da adottare contro la pelle secca al viso

Per combattere la secchezza della pelle del viso,oltre a seguire un adeguato trattamento quotidiano di detersione ed idratazione, è molto importante evitare i fattori che contribuiscono ad accentuare la secchezza cutanea, ovvero:

  • Evitare l’aria secca trascorrendo meno tempo all’aperto quando fa troppo caldo o troppo freddo;
  • Evitare di trascorrere troppo tempo nell’acqua calda;
  • Usare prodotti per la pelle senza profumi e/o coloranti per evitare le irritazioni.

I principali rimedi da adottare per contrastare la secchezza cutanea del viso sono:

  • Detergere la pelle del viso. Utilizzare un detergente delicato ma efficace è essenziale per trattare la pelle secca ma può essere utile anche per la pelle a tendenza acneica;
  • Idratare la pelle del viso. La chiave per idratare la pelle secca del viso è ripristinare i fattori naturali di idratazione mancanti. Questo aiuta a previene la secchezza cutanea, riduce la ruvidezza e allevia eventuali irritazioni; 
  • Nutrire la pelle secca. Prendersi cura della pelle secca significa anche agire sulle cause dell’invecchiamento cutaneo. Quando la pelle invecchia, la secchezza cutanea e i danni provocati dai raggi UV contribuiscono allo sviluppo di rughe e rughette, alla perdita di volume cutaneo e di densità e luminosità.
Categorie
Salute & Benessere

Problemi alla tiroide: sintomi e cause

Vi sentite stanchi, deboli e avete difficoltà a dormire? probabilmente la causa è un disturbo della tiroide.

La tiroide è una ghiandola che controlla il corretto funzionamento del metabolismo. Il suo compito è quello di produrre ormoni che aiutano il corpo a far funzionare il cervello, il cuore e a produrre energia. In genere, la tiroide non solo controlla il metabolismo del corpo ma anche il ciclo del sonno, gli occhi e le alterazioni dell’udito. 

Purtroppo se la tiroide non funziona correttamente può causare diversi problemi di salute come ad esempio la presenza di cisti e, in casi più gravi, portare a tumori tiroidei. In questo articolo andremo ad analizzare le cause più comuni che vi portano a pensare che siete in presenza di una disfunzione della tiroide.

Sintomi più comuni di un problema la tiroide

I sintomi più comuni che possono farvi pensare che avete problemi toroidali sono:

  • Unghie e capelli fragili: un sintomo che può far pensare di avere problemi alla tiroide è avere le unghie molto fragili che si staccano prematuramente. Stesso vale per i capelli che possono cadere ed assottigliarsi.
  • Irregolarità cardiaca: poiché la tiroide regola anche l’attività cardiaca, potreste riscontrare dei problemi come, ad esempio, le palpitazioni;
  • Difficoltà a dormire: qualora più volte vi svegliaste durante la notte e vi sentiste molto stanchi al risveglio il problema potrebbe essere il malfunzionamento della ghiandola tiroidea;
  • Sudorazione: un campanello d’allarme che può spingere a far pensare che c’è un malfunzionamento della tiroide è l’intolleranza al caldo. In pratica, quando la tiroide non funziona correttamente la temperatura del corpo aumenta e di conseguenza anche la sudorazione;
  • Problemi di peso: qualora riscontriate un calo o un aumento di peso eccessivo è possibile che si riscontri un problema di tiroide;
  • Ciclo mestruale irregolare: anche il ciclo mestruale irregolare può essere influenzato da un problema alla tiroide.

Problemi alla tiroide: cause

Tra le principali cause di possibili problemi alla tiroide ritroviamo l’ipotiroidismo e ipertiroidismo. L’ipertiroidismo si manifesta quando la ghiandola della tiroide produce ormoni in eccesso, in caso contrario si parla ipotiroidismo. I principali sintomi dell’ipertiroidismo sono: calo di peso, nervosismo e tachicardia; mentre quelli di ipotiroidismo sono: stanchezza fisica, aumento di peso, cute fredda ma anche scarsa concentrazione.

Un’altra causa che può portare a problemi di tiroide è il fumo. Quando si fuma il rischio di avere problemi di ipertiroidismo è davvero alto. Inoltre, anche il consumo di determinati farmaci ricchi di iodio può portare ad avere problemi alla tiroide.

Come curare i disturbi della tiroide

Le soluzioni per curare la tiroide ovviamente devono essere prescritte da un medico specialista. Sicuramente per capire se la tiroide funziona correttamente verranno prescritte delle analisi del sangue che valutano gli ormoni della tiroide. Oppure, in caso di patologia accertata, potrebbero essere prescritte ecografie, scintigrafie e l’agoaspirato tiroideo.  Poiché le cause e i sintomi legati ad un malfunzionamento dalla tiroide sono tanti, il nostro consiglio è rivolgersi immediatamente ad uno specialista che saprà consigliarvi farmaci specifici e una dieta equilibrata per combattere questo problema.

Categorie
Salute & Benessere

Come combattere la cervicale

Sicuramente uno dei problemi più diffusi che affligge la maggior parte della popolazione è la cervicale. Il dolore cervicale colpisce la zona più alta della colonna vertebrale ed è davvero doloroso se non curato in tempo. Si tratta di un disturbo che si manifesta generalmente con il torcicollo o con una sensazione di pesantezza in corrispondenza del collo. Purtroppo non tutti sanno che i dolori dovuti alla cervicale possono manifestarsi, non solo in corrispondenza del collo, ma anche in altre parti come ad esempio nella zona della spalla. Inoltre, in alcuni casi può manifestarsi con sintomi ben più dolorosi.

In genere il dolore cervicale colpisce chi fa lavori sedentari, chi assume posture scorrette e, nei casi più gravi, colpisce chi ha subito eventi traumatici. In questo articolo andremo ad analizzare le cause ed i sintomi più comuni della cervicale, per poi consigliarvi dei rimedi naturali per combatterne i dolori. 

Sintomi e cause della cervicale

Il dolore cervicale si manifesta con i seguenti sintomi:

  • Torcicollo: questo è il primo sintomo che si manifesta con la sindrome della cervicale. Fortunatamente è un dolore di breve durata e la persona che ne soffre è impossibilitata a ruotare il collo o a fletterlo in altre direzioni. Questo sintomo appare soprattutto quando assumiamo delle posizioni scorrette o a causa di un colpo di freddo. A questi disturbi possono associarsene altri come ronzii alle orecchie ed anche vertigini;
  • Cervicalgia: si tratta di un dolore che si manifesta dietro l’orecchio ovvero nella parte laterale del collo. In genere la cervicalgia può essere dovuta ad un colpo di freddo ma in casi più gravi la causa può essere riconducibile all’artrosi o anche ad una riduzione della rima articolare. Si tratta di un dolore che parte dal collo e può irradiarsi in tutti gli arti, anche quelli inferiori;
  • Colpo di frusta: questo sintomo in genere si manifesta in seguito ad un tamponamento d’auto e colpisce il tratto inferiore della cervicale. Altre cause possono essere associate ad una brusca caduta o ad un tuffo nell’acqua. A differenza del torcicollo, il dolore del colpo di fusta non compare subito ma dopo un certo tempo, ad esempio un giorno o più;
  • Cervicobrachialgia: è un dolore che parte della spalla, colpisce il gomito fino ad arrivare alle dita della mano. In genere, la cervicobrachialgia si manifesta con formicolii, bruciore e ipersensibilità a carico di uno o più arti superiori. La causa più comune è la compressione del rachide cervicale che è situato tra la colonna vertebrale e la nuca.

Cosa fare per rimediare ai dolori cervicali

Per rimediare ai disturbi cervicali sono diverse le cose da fare. Ovviamente, in primis, bisogna consultare il medico di famiglia o medici specializzati per assicurarsi che il vostro dolore sia effettivamente causato dai problemi cervicali. Il primo errore, infatti, è quello di non rivolgersi ad un medico ma piuttosto pensare di risolvere il problema da soli. Gli specialisti in questi casi sono gli unici che possono aiutarvi a capire il problema e, se si tratta di una fase acuta della cervicale, sapranno consigliarvi delle cure specifiche.

Una volta capito il vostro problema, per prevenire il dolore cervicale è buona norma fare esercizio fisico ed effettuare degli esercizi di postura durante la giornata.

Per alleviare il dolore eseguite questo esercizio di stretching:

  1. Poggiare le basi dei pollici sulla mandibola;
  2. Premere contemporaneamente sui due lati;
  3. Flettere la testa a 40 gradi circa;
  4. Rimanere in questa posizione per circa 10 secondi.

Ripetere questo esercizio per tre volte. Oltre all’esercizio di stretching per alleviare il dolore cervicale è opportuno utilizzare oli essenziali sulla parte dolorante o applicare un impacco con sale grosso caldo sul collo.

Categorie
Estetica & Bellezza

Rimedi naturali contro le macchie al viso

Sulla pelle del nostro viso possono comparire delle macchie di diverso colore e dimensione. Le cause possono essere davvero numerose e dipendono spesso anche dall’età e dallo stile di vita. 

Siccome potrebbero esserci situazioni legate a problemi più gravi, come la rosacea che è un disturbo infiammatorio cronico della pelle, il nostro consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un bravo dermatologo per iniziare una serie di trattamenti che possono prevedere, a seconda dei casi, l’uso di acidi specifici, del laser (come quello a colorante pulsato) o della dermoabrasione.

Quando le macchie al viso sono dovute a cause meno gravi, invece, si possono utilizzare una serie di rimedi naturali per provare a farle sparire dal viso.

I 3 migliori rimedi naturali per far sparire le macchie al viso

Esistono diversi rimedi naturali da poter adottare per provare a far sparire le macchie dal viso. Ecco quelli che a nostro parere sono i 3 migliori rimedi naturali contro le macchie al viso.

  • Olio di ricino: può essere utilizzato per attenuare le macchie scure sul viso e le macchie dovute all’età. Per far sparire le macchie al viso applicate l’olio di ricino sulla zona interessata, quindi massaggiate delicatamente per qualche minuto. Lasciate agire anche per un paio d’ore e poi risciacquate;
  • Aloe Vera: pianta formidabile per aiutare la pelle a rigenerarsi. Per utilizzarla correttamente basta applicate il gel d’Aloe Vera sulle macchie del viso e lasciarlo agire per 30 minuti prima di risciacquare. Ripetete l’operazione due volte al giorno anche per un mese;
  • Bicarbonato di sodio: si può pensare di preparare un impacco con acqua e bicarbonato di sodio per attenuare le macchie sul viso. Basta mescolare un cucchiaio di bicarbonato e uno o due cucchiaini di acqua tiepida per ottenere un composto facilmente applicabile sulla pelle. Lasciate agire per 15-20 minuti come fosse una maschera per il viso e poi risciacquate con acqua tiepida.